MIPAAF – Fondo per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano

Contributo Contributi a fondo perduto
Beneficiari
  • PMI
  • Micro Imprese
 Entità dell’agevolazione
  • Contributo fino al 70% dell’investimento, per un massimo di 30.000 euro per singola impresa, utile all’acquisto di beni strumentali e all’assunzione di giovani apprendisti.
Obiettivo
  • Il fondo mira a sostenere e promuovere le imprese eccellenti nel settore della ristorazione e della pasticceria italiana, con l’obiettivo di valorizzare il ricco patrimonio agroalimentare ed enogastronomico del paese.
Stato bando Bando attivo

MIPAAF – Fondo per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano

Descrizione

L’iniziativa mira a sostenere e promuovere le imprese eccellenti nel settore della ristorazione e della pasticceria italiana, con l’obiettivo di valorizzare il ricco patrimonio agroalimentare ed enogastronomico del paese mediante interventi che incentivano gli investimenti in macchinari professionali e altri beni strumentali durevoli. Inoltre, eroga contributi alle imprese che stipulano contratti di apprendistato con giovani diplomati nei settori dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera.

Soggetti beneficiari

Possono accedere alle agevolazioni le imprese che soddisfano i seguenti requisiti:

  • Nel settore della ristorazione con somministrazione (codice ATECO 56.10.11) devono essere attive e regolarmente costituite da almeno dieci anni, oppure, alternativamente, aver acquistato prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno il 25% del totale degli acquisti alimentari nei dodici mesi precedenti la pubblicazione del decreto.
  • Nel settore delle gelaterie e pasticcerie (codice ATECO 56.10.30) e della produzione di pasticceria fresca (codice ATECO 10.71.20), le imprese devono essere attive e regolarmente costituite da almeno dieci anni, oppure, alternativamente, aver acquistato prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI e prodotti biologici per almeno il 5% del totale degli acquisti alimentari nei dodici mesi precedenti la pubblicazione del decreto.

In entrambi i casi, le imprese devono essere iscritte presso INPS o INAIL e avere una posizione contributiva regolare, come attestato dal documento unico di regolarità contributiva (DURC).

Entità e forma dell’agevolazione

L’iniziativa, prevede un contributo a fondo perduto fino al 70% dell’investimento, con un massimo di 30.000 euro per singola impresa.

È possibile richiedere il 50% dell’importo a titolo di anticipo, previa presentazione di una fidejussione.

La dotazione finanziaria complessiva è di 76 milioni di euro, suddivisi in:

  • 56 milioni per l’acquisto di beni strumentali
  • 20 milioni per i giovani apprendisti.

Spese ammissibili

Le spese ammissibili riguardano:

  • Per la prima misura, l’acquisto di macchinari professionali e beni strumentali necessari all’attività dell’impresa, i quali devono essere nuovi, organici, e funzionali, acquistati da terzi non affiliati all’impresa alle normali condizioni di mercato. I beni strumentali devono rimanere di proprietà dell’impresa per almeno tre anni dalla data di concessione del contributo.
  • Per la seconda misura, sono ammissibili le spese relative alla remunerazione lorda per l’assunzione di giovani diplomati nei servizi dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera, tramite contratto di apprendistato. I giovani devono aver conseguito un diploma di istruzione secondaria superiore presso un IPSEOA entro gli ultimi cinque anni e non devono aver compiuto trent’anni alla data di sottoscrizione del contratto di apprendistato.

I pagamenti devono essere effettuati tramite conti correnti dedicati intestati all’impresa, garantendo la piena tracciabilità delle transazioni.

Le spese devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda di contributo.

Le richieste di agevolazione devono essere inviate esclusivamente tramite la piattaforma informatica disponibile sul sito internet del Soggetto gestore (www.invitalia.it).

MIPAAF – Fondo per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano – Clicca qui per leggere il bando ufficiale di ”MIPAAF – Fondo per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano”

Richiedi un’analisi di fattibilità o ottieni più informazioni

    Vuoi conoscere le altre opportunità disponibili per la tua impresa?

    Clicca qui e segui gli appuntamenti di Impresa Possibile!

    Potrebbe anche interessarti

    • FRI-TUR: Fondo rotativo imprese per il sostegno alle imprese e gli investimenti di sviluppo nel turismo
    • ZES UNICA per il Mezzogiorno – Crediti d’imposta
    • Insediamento giovani agricoltori 2024 – Contributi a fondo perduto