Sostegno alla competitività delle imprese

Contributo     Finanziamenti agevolati o garantiti dallo Stato
Beneficiari
  • MPMI (micro, piccole e medie imprese)
  • Consorzi e società consortili costituiti anche in forma cooperativa
  • Distretti produttivi e reti di imprese legalmente costituite e riconosciute
  • Startup innovative
Entità dell’agevolazione
  • L’investimento massimo per ogni progetto varia in base al Paese target, al numero di destinatari e ai servizi connessi, con un limite di € 1.200.000,00 IVA inclusa, seguendo la programmazione del PO FESR 14/20 per l’Azione 3.4.1.
Obiettivo
  • L’iniziativa ha l’obiettivo di supportare le micro, piccole e medie imprese siciliane (MPMI) nella partecipazione a eventi fieristici internazionali, missioni B2B in paesi target, azioni coordinate come scouting e missioni esplorative, servizi di orientamento e seminari, allo scopo di aumentare la competitività delle MPMI sui mercati internazionali e favorire investimenti esterni in Sicilia.
Stato      Attivo – Scadenza 10 luglio 2024

Sostegno alla competitività delle imprese

Descrizione

Il Dipartimento Regionale delle Attività Produttive ha emesso un bando per supportare le micro, piccole e medie imprese siciliane (MPMI) nella partecipazione a eventi fieristici internazionali, missioni B2B in paesi target, azioni coordinate come scouting e missioni esplorative, servizi di orientamento e seminari. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di aumentare la competitività delle MPMI sui mercati internazionali e favorire investimenti esterni in Sicilia, seguendo le linee guida del Programma Operativo FESR 2014/2020.

Il bando prevede il sostegno di circa 180 MPMI siciliane per avviare o potenziare il loro percorso di internazionalizzazione, riducendo gli oneri amministrativi a loro carico.

Soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari sono:

  • MPMI: micro, piccole e medie imprese, secondo la definizione del Regolamento (UE) N. 651/2014 e successive modifiche;
  • Consorzi e società consortili, anche in forma cooperativa;
  • Distretti produttivi e reti di imprese legalmente costituite e riconosciute;
  • Startup innovative, come definite dal D.L. n. 179 del 18 ottobre 2012.

L’Amministrazione si riserva il diritto di annullare la manifestazione fieristica se i partecipanti sono meno di 10, escludendo ogni responsabilità per cause ostative. Il numero massimo di aziende partecipanti sarà determinato in base alle risorse disponibili, spazi fieristici e numero di domande ammissibili.

Inoltre, sono presenti alcuni requisiti di ammissibilità, tra cui:

  • Sede e attività: le imprese devono avere la sede legale o un’unità produttiva in Sicilia. Nel caso di aziende con sede legale in altre regioni d’Italia, l’unità produttiva in Sicilia deve essere attiva da almeno 12 mesi. Devono inoltre svolgere un’attività conforme al settore della manifestazione, essere in regola con il DURC, avere il marchio di fabbrica attivo (se operano nel settore dell’oreficeria) e realizzare interamente o in modo sostanziale la loro produzione in Sicilia.

Settori produttivi considerati:

  • Agroalimentare trasformato
  • Nautica ed economia del mare
  • Artigianato Moda, fashion e tessile
  • Oreficeria
  • Edilizia
  • ICT-Digitale
  • Meccatronica
  • Sistema casa
  • Cosmetica e farmaceutica
  • Nutraceutica e Novel food.

L’elenco non è esaustivo e si rimanda ai codici ATECO esclusi specificati nel Par. 2.2.

Esclusioni:

  • Settori agricoltura, pesca e acquacoltura.
  • Settore turismo e attività classificabili secondo il Reg. (UE) n. 651/2014.
  • Consorzi di tutela agroalimentare con marchi riconosciuti (DOC, DOCG, IGT, IGP, DOP, STG).

Entità e forma dell’agevolazione

L’azione 1.3.1 del POC 14/20 dispone di una dotazione finanziaria di € 4.000.000,00. Tale importo potrà essere incrementato con eventuali risorse aggiuntive, mantenendo le caratteristiche e l’entità dell’aiuto previste nel presente avviso, al fine di potenziare l’efficacia dell’intervento, mediante un apposito provvedimento.

L’investimento massimo per ogni progetto varia in base al Paese target, al numero di destinatari e ai servizi connessi, con un limite di € 1.200.000,00 IVA inclusa, seguendo la programmazione del PO FESR 14/20 per l’Azione 3.4.1.

Ogni progetto/evento deve essere completato entro 6 mesi dalla pubblicazione dell’Avviso fino alla quietanza del pagamento al fornitore, salvo interruzioni per cause di forza maggiore.

Attività finanziabili e spese ammissibili

Sono finanziabili interventi, con la partecipazione di almeno 10 imprese, che includono:

  • la partecipazione in presenza a fiere internazionali su territorio nazionale, UE ed extra UE con collettive regionali o tramite accordi di partenariato con altre Amministrazioni;
  • missioni all’estero con il coinvolgimento delle Autorità governative del Paese target;
  • partecipazione a eventi dedicati all’innovazione per startup, MPMI innovative, poli per l’innovazione, acceleratori e incubatori;
  • missioni di scouting per testare nuovi mercati;
  • missioni di outgoing e incoming;
  • azioni di orientamento;
  • cicli di seminari e workshop;
  • progetti che supportano le imprese nell’ingresso sui mercati internazionali, anche attraverso sistemi di e-commerce;
  • azioni di visibilità su media e su mercati e reti commerciali estere, anche sul web;
  • eventi di partenariato internazionali.

Le spese ammissibili includono:

  • Noleggio superficie espositiva
  • Allestimento e arredamento area espositiva
  • Quote di iscrizione
  • Servizi tecnici (elettricità, acqua, video, ecc.)
  • Servizi connessi (hostess, interpreti, pulizia, ecc.)
  • Servizi pubblicitari e fotografici
  • Comunicazione e promozione dell’evento
  • Ritiro franchising istituzionale

Il sostegno è considerato aiuto di stato indiretto, regolato dal Reg. UE n. 2023/2831, e viene registrato pro-quota nel Registro Nazionale degli Aiuti. Se l’importo supera il tetto massimo per gli aiuti “de minimis”, l’impresa sarà esclusa. Non sono previsti contributi diretti in denaro alle imprese.

Il contributo, inoltre, non è cumulabile con altri finanziamenti pubblici per le stesse spese ammissibili.

L’aiuto indiretto sarà concesso attraverso una procedura a graduatoria, basata sui criteri specificati nell’art. 4.7. Le attività di ricezione delle domande, concessione dell’aiuto, registrazione su RNA, controllo a campione sulle DSAN fornite dalle imprese e i controlli amministrativi saranno gestite dal RUP della procedura.

Le domande possono essere presentate esclusivamente tramite il portale dedicato: https://export.regione.sicilia.it.

Richiedi un’analisi di fattibilità o ottieni più informazioni

    Potrebbe anche interessarti

    • Dialogo sulla sostenibilità tra PMI e banche: consultazione pubblica del Documento fino al 2 agosto
    • PROMOS – Coastour
    • Sostegno alla competitività delle imprese