Bando Imprese borghi 2023: contributi a fondo perduto

Bando Imprese borghi 2023: contributi a fondo perduto - Molo 4.0
Contributo  Contributi a fondo perduto
Beneficiari
  • Micro, piccole e medie imprese in forma singola o in aggregazione, costituite o chi intendono costituirsi.
  • Associazioni, onlus e consorzi No Profit
  • Persona fisica
Entità dell’agevolazione  Contributi a fondo perduto
Obiettivo  Rigenerazione culturale, sociale ed economica dei borghi a rischio abbandono o abbandonati.
Stato  Attivo

Bando “Imprese Borghi” 2023: contributi a fondo perduto

Descrizione

L’iniziativa “Imprese Borghi” è un programma volto a sostenere lo sviluppo e la crescita di nuove imprese o progetti imprenditoriali nei territori dei 294 comuni che sono a rischio di abbandono o già abbandonati.

I fondi PNRR destinati ad Imprese Borghi ammontano a  188 milioni di euro. Il Ministero della Cultura promuove questa misura e la sua gestione è affidata a Invitalia. L’obiettivo principale è favorire la rigenerazione sociale, culturale ed economica dei borghi italiani a rischio abbandono, creando opportunità per la nascita e la crescita di imprese che contribuiscano alla valorizzazione di questi territori.

Beneficiari

I soggetti beneficiari possono essere:

  • Micro, piccole e medie imprese in forma singola o in aggregazione, costituite o chi intendono costituirsi.
  • Associazioni, onlus e consorzi No Profit
  • Persona fisica

Le attività imprenditoriali devono essere localizzate in uno o più comuni/borghi assegnatari individuati dal PNRR.

Elenco borghi PNRR

Accedi all’elenco completo dei borghi individuati da PNRR:

Clicca qui per visualizzare l’elenco completo

Entità e forma dell’agevolazione

Sono previsti contributi a fondo perduto, nel rispetto del Regolamento de minimis, per un importo massimo pari a 75.000
euro, fino alla misura massima del 90% delle spese ammissibili.
Tale percentuale è elevabile al 100% nel caso di:
  • nuove imprese da costituirsi a seguito del provvedimento di concessione del contributo
  • imprese già costituite a prevalente titolarità giovanili e/o femminili

Almeno il 50% degli investimenti totali richiesti devono essere volti a misure che contribuiscano alla riduzione degli effetti dei cambiamenti climatici.

Richiedi un’analisi di fattibilità o ottieni più informazioni

    Vuoi conoscere le altre opportunità disponibili per la tua impresa? Clicca qui e segui gli appuntamenti di Impresa Possibile!

    Potrebbe anche interessarti

    • Invitalia: ON – Oltre nuove imprese a tasso zero
    • ISMEA – Interventi finanziari a sostegno delle imprese del settore agricolo e agroalimentare
    • MIPAAF – Fondo per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano